Tre esercizi di networking per professionisti

Tre esercizi di networking per professionisti

Sabina Vaccari 1 Ottobre 2021 training
4 min

Divertirsi, metodo, emozioni … sono gli ingredienti per un cocktail di esercizi rivolti ai professionisti che vogliono aumentare il proprio giro d’affari.

Gli esercizi di networking, insieme agli eventi, sono un potentissimo strumento per creare nuove relazioni e costruire opportunità di business. Io ne segnalo 3, ma le opportunità sono tante!

Conosci altri esercizi di networking? Prova a raccontarli nei commenti.

Tombola!

Immagina un incontro tra professionisti. Parliamo di un aperitivo, della presentazione di un libro o di un evento organizzato da un’associazione. All’inizio lascerai il tuo biglietto da visita in un contenitore (Non hai il biglietto da visita? Ne parlerò in un prossimo post) e prenderai un foglio con (per esempio) 16 caselle, cioè un riquadro con 4 colonne per 4 righe.

Armato di questo supporto, inizierai a incontrare gli altri professionisti con i quali avrai modo di chiacchierare, fare domande, condividere informazioni e … scambiare il biglietto da visita. L’incontro sarà breve, per necessità, e dovrai essere bravo nel presentarti misurando le parole. Concluso l’incontro segnerai il nome della persona che hai conosciuto su una casella del foglio. E così via, fino a raccogliere il massimo numero di biglietti da visita dei professionisti presenti. 

Alla fine, saranno estratti i biglietti da visita dal contenitore e tu segnerai sul tuo foglio i nomi dei professionisti che hai incontrato, potendo fare ambo, cinquina o tombola. Forse vincerai dei premi, ma non sono questi il guadagno principale della tua partecipazione. Hai vinto! … i biglietti da visita di altri professionisti e l’opportunità di nuove relazioni professionali.

Tombola per professionisti del networking - BigStock 299960515
🗣 Hai vinto! … i biglietti da visita di altri professionisti e l’opportunità di nuove relazioni professionali.

Gira la ruota

Ecco un gruppo di professionisti, meglio ancora se non si conoscono tra loro. E per farli entrare in contatto, ti propongo un gioco che li metterà in movimento.

Se la sala è di grandi dimensioni, i professionisti si raccolgono in due cerchi concentrici, ponendosi uno di fronte all’altro. Se i professionisti sono 20, formeranno due cerchi concentrici di 10 persone. Ding! Si inizia.

Ogni professionista, sono uno di fronte all’altro, ha 60 secondi a disposizione per presentarsi e -ovviamente!- lasciare il proprio biglietto da visita all’altro. Ding

Conclusa la presentazione, la ruota più esterna gira di un passo e, Ding!, i due professionisti che si trovano l’uno di fronte all’altro iniziano a presentarsi.

È vero, 20 persone che parlano insieme, in un ambiente raccolto, fanno un po’ di confusione, ma è anche il bello di un gioco e i professionisti lasciano sempre qualcosa di sé, oltre al biglietto da visita

Gira la ruota … professionisti in movimento entrano in contatto e creano relazioni.

A tavola

Qualcosa di più tranquillo, che richiede la disponibilità organizzativa dei gestori del locale e un pranzo o una cena diventano un’occasione di networking con un pizzico di dinamismo.

Non importanta quanti sono i professionisti, ma è fondamentale farli sedere a un tavolo, possibilmente rotondo, per massimo 6 persone, in modo che possano guardarsi in faccia e parlare con agio. Dimenticavo … la scelta del tavolo è del tutto casuale, perché i professionisti pescheranno da un contenitore il numero del tavolo.

Qui entra in gioco la durata del pranzo o cena, il numero di portate e la disponibilità del personale di sala: i professionisti che prendono posto al tavolo 1 (ad esempio) troveranno sotto il piatto un messaggio che li invita, al termine della prima portata, a rimanere al tavolo o, in alternativa, a spostarsi a un altro tavolo (ma non è che devono portarsi dietro bicchieri e posate 🙂 Ad ogni nuova portata (potrebbero essere tre o quattro), ciascun professionista avrà il piacere di conoscere nuovi professionisti.

E non dimenticate i biglietti da visita!

Non dimenticare il biglietto da visita - BigStock 264126820
E non dimenticate i biglietti da visita!

Hai qualche idea? Scrivila nei commenti.

Elena - 7 Ottobre 2021 18:58

Grazie ! Personalmente mi torvo in difficoltà ad individuare le domande giuste per capire se vi è interesse reale e concreto ad una collaborazione. La domanda diretta non sempre riceve risposte sincere.

giacomo - 7 Ottobre 2021 17:21

Belli e divertenti. Il business li giudica anche interessanti!

Commenta questo articolo

(Tutti i campi sono obbligatori).

Nome
Email
Commento

Stiamo parlando di fare rete, ascoltare, farsi ascoltare

Se vuoi imparare qualcosa di più, chiamami! Io sono a Roma e a Milano: mi chiamano “FrecciaRossa”!

Contattami

Vuoi essere informato?